Introduzione su Portafoglio:

Parlare lentamente e sorridere!!!

 

Quando chiamiamo un cliente da portafoglio, che però non conosciamo personalmente, dobbiamo chiarire subito al cliente che non si tratta di telemarketing, ma dobbiamo rendere subito chiaro, sia con un tono di voce un po' più autoritario che con l'atteggiamento:

  • che siamo i suoi assicuratori (dimostrarlo avendo le informazioni necessarie sulle sue assicurazioni, sulla sua famiglia, sul suo indirizzo, ecc...)

  • che è necessario incontrarci per adeguare qualcosa a suo vantaggio (senza specificare cosa... se lo lasciamo parlare, probabilmente ci dirà lui cosa va messo a posto)

 

 

 

 

Buona sera, sono (cognome, nome, cognome), parlo con il signor (Nome, cognome) di persona?

Signor (Cognome), mi fa piacere di raggiungerla direttamente. Ha un minuto per me ?

 

Lei si meraviglierà di questa chiamata visto che non mi conosce di persona;

(se conoscete il cognome del consulente: “ lei si ricorda del suo consulente il Signor /a …............... ?)

La stò contattando in quanto dai nostri controlli risulta che lei ha avuto o ha una polizza (VITA/COSE/ecc...) stipulata in data …........................, È corretto?

Lei possiede ancora questa/e assicurazione/i?.............................

 

Se no:

G) Posso chiederle il motivo per il quale ha deciso di rinunciavi ?... Ci sono altri motivi ?..... (utilizzare l’ultimo motivo esposto quale motivazione per proporre un appuntamento, e proporre la consegna di un buono regalo)...*

 

Se si:

Mi fa molto piacere. Per premiare la fedeltà di clienti come lei, avremmo piacere di verificare se anche nel suo caso, a parità di premio, si possa aggiungere ulteriori vantaggi al prodotto che lei stà già utilizzando ; per questo motivo abbiamo previsto per lei un buono dal valore di « VALORE BUONO » : avrei veramente piacere di incontrarla di persona, per consegnarle detto buono e per illustrarle come da subito lei potrebbe usufruire dei relativi vantaggi.!...*

 

*...Dobbiamo solo vedere se riusciamo farvi incontrare, visto che da quanto le diceva « NOME RACCOMANDATORE » anche lei, come «NOME CONSULENTE », è una persona molto impegnata, vero?.......

 

SE NO : posso chiederle come mai ? ..... (superare la relativa obiezione)

 

SE SI : Lei a che ora finisce di lavorare settimana prossima?....

 

Io avrei libero martedì alle 18.00, oppure venerdì in serata. (Il primo preciso, il secondo ampio)

Quale preferirebbe?

 

SE NON PUÒ : lei quando non può settimana prossima ? (Riproporre due varianti compatibili)

Vantaggi:

 

  • Trovarsi alla fine dell’anno (del mese) con più denaro a disposizione”

  • Agevolazioni fiscali (verificare la possibilità di diminuire l’onere fiscale)...sapeva che secondo una statistica l’80% dei ticinesi paga in media 750,- Fr. di imposte più del dovuto? Se lei dovesse appartenere a questo 80%... si scordi di riaverle per gli anni passati,… ma le interesserebbe conoscere come poterle risparmiare per gli anni futuri a partire da quest'anno?”

  • Valutazione professionale e neutrale dei prodotti assicurativi da lei utilizzati e del suo reale fabbisogno” per verificare le possibilità di beneficiare di sconti, riduzioni o risparmi sui premi assicurativi che anche lei stà pagando

  • Conoscere nel dettaglio i propri diritti in ambito previdenziale; malattia, pensione, incapacità al guadagno, e poter garantire la migliore sicurezza a se stesso e alla propria famiglia

  • In che modo lei potrebbe assicurare gli studi futuri dei suoi figli. … Le piacerebbe conoscere le possibilità che la legge offre di disporre sin d’ora di sovvenzioni per gli studi attuali o futuri dei suoi figli?